Il parcheggio che si trova nel piazzale antistante la stazione ferroviaria continua a essere terra di nessuno.
Il degrado è tangibile e visibile e non a causa dei murales sulle pareti che, forse, sono l'unica nota di colore in quel sotterraneo grigio e maleodorante.
La situazione già denunciata e segnalata l'estate scorsa, non è poi tanto cambiata nei mesi successivi.

Sono state effettuate sporadiche pulizie, ma non sono bastate a mantenere la zona decorosa. Abiti, bottiglie e cartoni, giacigli di fortuna di clochard e non solo, che hanno scelto questo luogo per vivere e trascorrere la notte. Oltre ai senzatetto il parcheggio sotterraneo di piazza Garibaldi è un luogo che ragazzi, italiani e stranieri, utilizzano anche per spacciare, per consumare rapporti sessuali o per sfidarsi con gli skateboard.

«Questo dovrebbe essere un luogo sicuro, un valore aggiunto per il quartiere, anche perché si trova proprio di fronte alla stazione - ha commentato un commerciante della piazza - e invece è un posto da incubo. Io la sera avrei paura di scenderci, sicuramente non lascerei che mia figlia ventenne lasciasse l'auto in sosta lì. Non è solo questione di sporcizia è proprio l'insieme, illuminazione ridotta all'osso, una videosorveglianza che non funziona, l'ascensore fuori uso. Per i disabili è possibile accedere solo dalle rampe destinate agli automobilisti».

È capitato anche che alcune delle auto lasciate dai pendolari siano state danneggiate, la carrozzeria ammaccata, gli specchietti e i tergicristalli rotti e gli stemmi dei veicoli asportati. «Non è un posto tranquillo e c'è sempre un gran via vai, almeno lo mantenessero pulito. Ci sono tante coppie che ci passano le serate ma la situazione è davvero indecorosa» ha commentato una residente.

«Ora che c'è anche la fermata del Frecciarossa e che, si spera, possano anche incrementarsi spostamenti di pendolari che arrivano da paesi e province limitrofe, questo parcheggio non è proprio un bel biglietto di presentazione  - ha aggiunto Marcello, un pensionato che frequenta dei locali nella zona - Basterebbe pulire almeno due volte a settimana, ripulire anche le pareti e installare illuminazione e videosorveglianza. Mi sembra il minimo in una città civile. Perché il parcheggio non è che sia ridotto così solo per la scarsa pulizia, ma anche a causa della gente che non rispetta il bene pubblico della collettività e andrebbe punita».