Un lieve miglioramento per le condizioni di Pietro Scaccia, originario di Veroli, il cinquantenne travolto sulla sua bici martedì sera lungo via Latina, tra Tecchiena e le Mole Bisleti mentre tornava a casa, con il giovane investitore che si era dato alla fuga per poi presentarsi ai carabinieri della Compagnia di Alatri, nel pomeriggio di mercoledì.

Assumendosi tutte le responsabilità dell'accaduto. E venendo per questo denunciato per omissione di soccorso. A dare questa importante notizia è stata una familiare dell'uomo che, visti i tantissimi messaggi per sapere delle condizioni di Pietro, ieri ha scelto Facebook per informare sul suo stato di salute.

Il cinquantenne ha iniziato a respirare da solo, un segnale importante, e dovrà essere operato ad una spalla. Le sue condizioni sono comunque tenute sotto osservazione dai sanitari dell'ospedale "Gemelli" di Roma, dove dopo l'investimento era stato trasferito d'urgenza viste le sue gravi condizioni. Una notizia che ha portato ad altrettanti messaggi a dimostrazione di quante persone vogliono bene a Pietro.