Mentre i paesi della valle dei santi e dei monti Aurunci stanno lavorando alacremente alla ricostruzione delle strade, dei torrenti e dei ponti distrutti dall'alluvione dell'otto giugno scorso, quando un temporale improvviso e violentissimo si abbatté sul territorio, non mancano le segnalazioni quotidiane sulla pericolosità della superstrada Cassino-Formia 630.

In primis il tratto della superstrada Cassino-Formia, dove c'è una scarpata a rischio crollo. Situazione precaria anche presso gli svincoli di Ausonia ed Esperia, dove si registra il cedimento delle spallette dei ponti di cavalcavia.  Tre gli interlocutori importanti per i sindaci del territorio: la Regione che ha assegnato già due milioni, l'Astral e Acea.