Una morte improvvisa ha riservato un lunedì nero a una famiglia di Ferentino che ora vuole vederci chiaro. L'evento tragico ha strappato a quel nucleo familiare il proprio caro, l'ottantacinquenne L.V. Una perdita non assimilata dai familiari, che hanno sporto denuncia nei confronti di un medico dell'ospedale "Fabrizio Spaziani" di Frosinone. Di conseguenza la cartella clinica e la salma sono sotto sequestro, quest'ultima è stata trasferita nell'obitorio del nosocomio frusinate a disposizione dell'autorità giudiziaria. Ieri pomeriggio è stato affidato l'incarico per l'espletamento dell'autopsia che sarà effettuata venerdì alle 14.30.

Il lutto ha colto di sorpresa non soltanto i familiari ma anche tanti amici e conoscenti che lunedì pomeriggio, quando la notizia si è diffusa a Ferentino, dove l'uomo, molto conosciuto, abitava con i propri cari, si sono precipitati in visita nella sua abitazione. Lunedì scorso, in mattinata, il pensionato, ottantacinque anni ben portati, si è recato nel reparto di urologia dell'ospedale "Spaziani" per una visita di controllo. Dopo la visita specialistica e qualche esame clinico, il paziente è tornato a casa. Poi nel pomeriggio, inaspettatamente, l'uomo è deceduto.

Inutile l'intervento dei sanitari del 118, i quali non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. Comprensibile lo sconforto dei familiari che non si sarebbero mai aspettati un simile evento in una determinata circostanza. La vicenda è all'esame dei carabinieri di Ferentino che, a seguito della denuncia, hanno fatto scattare le indagini; sarà fondamentale per gli inquirenti il riscontro autoptico. La famiglia ha dato mandato all'avvocato di fiducia Mario Cellitti.