A caccia di perdite con...una sfera intelligente! Mercoledì 1° luglio, Acea Ato 5 svolgerà un'importante attività sperimentale per monitorare lo stato di una parte dell'asta adduttrice degli Aurunci, al fine di individuare rotture e perdite idriche. L'intervento punta a valutare l'efficacia della tecnologia più recente in commercio già impiegata con successo in altre realtà del territorio nazionale per mappare la rete idrica adduttrice, rilevando la reale conformazione delle tubature e il loro stato di conservazione.

Una tecnologia innovativa e a disposizione solo da qualche anno anche in Italia, che ha il vantaggio di consentire una "radiografia" della rete senza dover effettuare scavi e sbancamenti. Acea Ato 5 è costantemente impegnata nella tutela della risorsa idrica. In tale settore, l'individuazione delle perdite lungo le principali aste adduttrici è un'attività tanto strategica, quanto complicata a svolgersi, proprio per particolare collocazione delle infrastrutture che spesso si estendono per lunghi tratti in zone montane, difficilmente raggiungibili e monitorabili, sulle quali è pertanto molto probabile siano presenti perdite che incidono sul bilancio idrico.

La tecnologia utilizzata, sfrutta i principi fisici dell'acustica e del telerilevamento. È sufficiente introdurre nella conduttura una sfera intelligente: una vera e propria palla dotata di trasmettitore ad ultrasuoni GPS sincronizzato che, grazie a un sistema di sensori opportunamente collocati lungo la rete, trasferisce tutte le informazioni rilevate ad un computer in grado di acquisire costantemente i dati e di rielaborarli, "raccontando" cosa c'è nella condotta analizzata man mano che la palla, trasportata dal flusso dell'acqua, procede lungo l'adduttrice. La sperimentazione, come detto, interesserà parte dell'asta degli Aurunci, per la precisione un tratto di 12 chilometri che ricade in territorio del Comune di Vallerotonda, situato tra il partitore Monte Bianco ed il partitore Val Canneto.

L'individuazione puntuale delle perdite consentirà ad Acea Ato 5, nell'immediato, di effettuare riparazioni mirate e precise così da limitare in modo consistente il livello delle perdite, consentendo un importante recupero di risorsa nell'ordine di 15 – 20 litri al secondo.
Se l'esito della sperimentazione sarà incoraggiante, anche in termini di costi e vantaggi, potrà essere esteso a tutte la rete adduttrice. Per consentire l'intervento in piena sicurezza, sarà necessario diminuire del 50% la portata dell'adduttrice, per questo il Gestore ha già diramato un avviso di sospensione del flusso idrico, dalle ore 9 alle ore 23 del 1° luglio, per tutti i Comuni che sono alimentati dal tratto oggetto dell'intervento.
Un disagio di un giorno che però potrebbe garantire per il futuro e già nell'estate ormai iniziata, meno interruzioni e meno problemi di approvvigionamento idrico a tutti i centri interessati.

L'amministratore delegato di Acea Ato 5, Roberto Cocozza, ha dichiarato: "Perseguiamo concretamente l'obiettivo di ridurre le perdite sui nostri schemi idrici, anche adottando le migliori tecnologie disponibili sul mercato che, coniugate con la professionalità e la competenza dei nostri tecnici, garantiscono l'efficientamento del servizio. Utilizzare gli strumenti più moderni è una strada obbligata per essere al passo coi tempi. Uno degli ambiti principali è proprio quello delle perdite idriche attraverso l'individuazione di soluzioni innovative e all'avanguardia che ci consentono, in un tempo limitato, di pianificare gli interventi di manutenzione necessari. Nel tratto interessato dai lavori abbiamo infatti rilevato un'importante riduzione di portata che contiamo proprio di rintracciare attraverso questa attività".

Di seguito i centri e le località interessati dall'interruzione idrica:
Comune di Arpino: intero territorio comunale 
Comune di Atina: frazione Capodichino 
Comune di Ausonia: zona Selvacava 
Comune di Belmonte Castello: intero territorio comunale
Comune di Campodimele: intero territorio comunale  Comune di Casalattico: intero territorio comunale  Comune di Casalvieri: intero territorio comunale Comune di Cassino: Abbazia Monte Cassino e zone limitrofe
Comune di Castrocielo: centro storico, parte alta del Comune 
Comune di Colle San Magno: intero territorio comunale Comune di Esperia: intero territorio comunale
Comune di Falvaterra: frazione Valle Moritola 
Comune di Fontana Liri: frazione Starnella e parte alta del Comune
Comune di Pastena: intero territorio comunale
Comune di Pico: intero territorio comunale
Comune di Piedimonte S. Germano: parte alta del Comune 
Comune di Pontecorvo: frazione Tordoni e frazione Sant'Oliva 
Comune di Rocca d'Arce: intero territorio comunale Comune di Roccasecca: centro storico, parte alta del Comune
Comune di Santopadre: intero territorio comunale Comune di Sant'Elia fiume rapido: frazione Cese  Comune di Terelle: intero territorio comunale 
Comune di Villa Latina: frazione Colle Santo
Comune di Villa Santa Lucia: centro storico, parte alta del Comune

Il ritorno alle normali condizioni di fornitura è previsto per la stessa giornata (salvo imprevisti)