Approvato il programma triennale dei lavori pubblici 2020-2022.Ammonta a venti milioni e trecentomila euro l'impor to destinato alla copertura degli interventi.

Inseriti nella pianificazione tre grandi progetti: il recupero dell'ex Armando Diaz per la realizzazione della caserma dei carabinieri, la demolizione e la ricostruzione della scuola Chiusa Grande e il completamento dei lavori al palazzo Vespignani destinato ad accogliere il museo archeologico.

Previsti anche l'intervento di manutenzione alle strade comunali vicinali e rurali, opere di miglioramento sismico e adeguamento alle normative di sicurezza degli edifici scolastici del territorio e degli annessi utilizzati per l'attività motoria. E poi, ancora, messa in sicurezza della frana in località Limatelle; manutenzione straordinaria alla strada Asi; risanamento igienico del fosso Sant'Antonio; realizzazione di piste ciclo pedonali e bike sharing e del parcheggio pubblico in via principe Amedeo, piazza Cavour e corso della Repubblica; ampliamento della rete fognante e abbattimento delle barriere architettoniche della sede comunale, della torre medievale e della biblioteca.

Il piano prevede altresì la messa in sicurezza e il risanamento del crollo parziale in località cartiera, la bonifica delle frane lungo le sponde del fiume Liri, l'amplia mento dell'isola ecologica e il riassetto della viabilità e il miglioramento dell'urbanizzazione in via dei Quarti, via Selvotta, via Triventi, via Caragno e nuovo casello autostradale.

La ristrutturazione dell'ex Armando Diaz per offrire un'adeguata sede ai carabinieri era in programma da tempo, c'era no stati incontri fra amministratori e rappresentanti dell'Arma per definire i dettagli progettuali, era stata presentata in Regione una bozza di pianificazione per ottenere fondi e garantire la permanenza della caserma a Ceprano, centro strategico con ottime possibilità di ampliamento.

Il progetto, di cui non si sentiva parlare da tempo, è inserito nella programmazione e sicuramente rappresenta uno dei pilastri del settore.
Non meno importante il completamento dei lavori al palazzo Vespignani destinato a essere fulcro culturale e polo didattico.