Aveva creato il caos in un bar ed era stato arrestato.
Ma per ben due volte è stato scoperto fuori dai domiciliari misura inizialmente decisa dal giudice.
Una doppia evasione che non è passata inosservata.
E così dinanzi al mancato rispetto della stessa è arrivato l'aggravamento della sua situazione personale.

Nella serata di martedì in una operazione congiunta i carabinieri della Compagnia di Alatri hanno bussato alla porta di casa dell'uomo, un 58enne di Alatri. L'operazione è stata condotta dai militari del Norm diretto da Pizzotti e della Stazione guidata da Di Iorio.
I rappresentanti delle forze dell'ordine, su disposizione del tribunale di Frosinone (Sezione Penale), hanno eseguito un'ordinanza di aggravamento della misura sostituendo quella dei domiciliari con la custodia cautelare in carcere.

L'uomo nei giorni scorsi si era reso responsabile del reato di tentata estorsione nei confronti di un titolare di esercizio pubblico. Un fatto che solo per poco non ha rischiato di avere altre conseguenze.
E così dopo aver violato la misura degli arresti domiciliari per lui si sono aperte le porte del carcere di Roma Regina Coeli. Ad accompagnarlo i militari di Alatri.