Sangue lungo le scale del palazzo: i condomini sono allarmati e protestano. Risveglio amaro per i residenti della zona di San Giuliano che ieri mattina sono stati costretti a pulire le macchie di sangue in cui si sono imbattuti proprio davanti l'ingresso. I fatti si sono consumati, con molta probabilità, nel cuore della notte. Qualcuno ha pensato di iniettarsi la droga proprio lì, sotto casa di diverse famiglie che sono allarmate.

«Di notte qui è sempre un continuo chiacchiericcio, cosa succeda non lo so, ma questo è il risultato - dice una donna che abita nel palazzo Ater in questione - Si vengono a drogare sotto le nostre finestre. Nessuno ci tutela, ma come possiamo vivere in questo modo? Che insegnamento e che sicurezza possiamo offrire ai nostri figli? Chi dobbiamo chiamare per farci tutelare? Se oggi (ieri, ndr) ci siamo svegliati con il sangue sulle scale, domani troveremo siringhe buttate nei giardinetti dove giocano i bambini.

Ma è mai possibile che una situazione di questo genere venga tollerata?».
La donna, e con lei tutto il vicinato, chiede a gran voce che vengano rafforzati i controlli soprattutto di notte, che le pattuglie delle forze dell'ordine facciano più passaggi nel loro quartiere e che vengano collocare le telecamere nei posti strategici per salvaguardare le famiglie della zona.