La fontana di via del Sole circondata da rifiuti, erba alta e sterpaglie. I cittadini protestano, stanchi di segnalazioni ignorate e non disposti ulteriormente a tollerare scene indecorose come questa.

Tra i primi promotori della segnalazione Giovanni Paniccia, abitante della zona, che ogni giorno transita davanti la fontana e inevitabilmente nota lo stato di abbandono in cui versa l'area circostante la fontana pubblica invasa dall'erba e circondata da rifiuti.

Uno spettacolo indecoroso su una strada molto trafficata che assicura il collegamento fra la Casilina, la provinciale Caragno e il casello dell'autostrada ed è quotidianamente percorsa dagli utenti locali e non.
I rifiuti abbandonati sono espressione dell'inciviltà di chi si ferma alla fontana per attingere acqua e lascia bottiglie, cartacce, oggetti e buste di plastica, senza preoccuparsi del rispetto dell'ambiente e del decoro urbano.

La manutenzione del verde dipende dai privati e dall'amministrazione comunale, ciascuno per le proprie responsabilità deve provvedere alla cura della vegetazione evitando che l'erba invada il punto da cui attingere acqua. «É vergognoso vedere rifiuti abbandonati nei prati e lungo la strada. Ancora più incivile trovarli vicino una fontana  - afferma Paniccia - Più volte ho segnalato il problema, ma le mie richieste di intervento sono rimaste inascoltate. In via del Sole quotidianamente transitano automobili e mezzi pesanti, per cui l'indecoroso spettacolo non resta inosservato, è sotto gli occhi di tutti.

Lancio un appello all'amministrazione comunale affinché intervenga per ripristinare ordine e pulizia e sistemi delle telecamere di videosorveglianza che garantiscano il controllo dell'area, cosicché possano essere individuati gli eventuali responsabili di questi abbandoni così incivili e vengano sanzionati».