Altro giro, altra corsa per l'assegnazione della gestione dei chioschi a Prato di Campoli. La prima gara ufficiale indetta dal comune non ha sortito risposte sufficienti non solo per la gestione dei punti ristoro ma anche per quella dei posteggi ambulanti. Così l'ente ha provveduto a stilare un secondo avviso ad hoc già messa su piazza. Ad oggi risultano assegnati un chiosco e due dei tre spazi per la vendita ambulante. Per le altre due location, aperta una nuova parentesi. L'ente ha deciso di rimandare così il periodo della concessione dei due spazi a decorrere dal 23 giugno fino al 30 settembre.

Le aree sopracitate, come le altre già assegnate, dovranno essere esclusivamente adibite alla somministrazione di alimenti e bevande e alla vendita di prodotti tipici. Ogni chiosco potrà contare su una superficie di 50 metri quadrati, il cui importo a base d'asta resta fissato a 3mila 500 euro. Altro importo di partenza per rispondere alla gara riguardante il parcheggio, la somma a base d'asta sarà infatti di mille euro.

Quanti presenteranno domanda, dovranno tener presente il limite per cui è possibile effettuare la propria offerta per una sola delle attività disponibili.
L'aggiudicazione della concessione si deciderà tramite la procedura standard dell'offerta a rialzo. Per presentare documentazione e offerta direttamente all'Ufficio protocollo del Comune, ci sarà tempo fino alle ore 12 di martedì 23 giugno. Nella stessa giornata, si procederà in seduta pubblica al vaglio delle offerte pervenute.

Le regole che gli assegnatari tutti si troveranno a rispettare sono puntuali e debitamente specificate dall'ente nell'avviso emesso. L'assetto del pianoro per il 2020 è targato green e le linee guida per la fruizione e la gestione portano lo stesso marchio.
Lo scopo è restituire a Prato di Campoli la sua essenza più profonda. Assaporare la bellezza nel pieno rispetto ambientale senza scambiare il pianoro per un luogo di puro bivacco. Le attività presenti dovranno dunque essere un puro corollario alla vera protagonista, la natura.