Nel corso dell'anno scolastico 2019-20 il liceo Varrone ha aderito, nell'ambito della piattaforma eTwinning, al progetto intitolato "Let's go in with technologies" o "Juntos con la tecnología", ovvero "Insieme con la tecnologia", eTwinning promuove gemellaggi elettronici tra scuole di diverse nazionalità dell'Unione Europea.
La scuola partner coinvolta è stata l'Instituto Sabuco di Albacete, Castiglia-la-Mancia, Spagna.

Le docenti spagnole Elena Ramírez Padilla, e Araceli Palacio Inocencio hanno proposto alle docenti italiane Paola Barchiesi, Norma Iannucci, Maria Cristina Longo di Lingua e Civiltà Spagnola e al professor Giovanni Vacca, docente di Storia dell'Arte di collaborare al progetto, che con entusiasmo hanno accolto la proposta.

La loro lunga esperienza sui progetti eTwinning ha sapientemente guidato gli studenti spagnoli, italiani e anche i docenti italiani nelle varie fasi di questo stimolante percorso. Le classi interessate sono state le terze del Liceo linguistico Varrone, mentre per quanto riguarda la Spagna sono stati selezionati i corsi del IV anno di ESO, sigla che indica: "Escuela Segundaria Obligatoria".

Durante la prima fase del progetto, è stato somministrato a tutti gli studenti un questionario in cui hanno indicato i loro interessi coltivati durante il tempo libero e contestualmente per verificare la loro dipendenza dall'uso di strumenti digitali.
Sulla base dei risultati ottenuti, i ragazzi sono stati avvicinati al mondo dell'arte impiegando la tecnologia.
È stato proposto loro l'uso di varie applicazioni da scaricare sul cellulare finalizzate a creare prodotti multimediali su opere artistiche scelte dagli studenti, come per esempio fotomontaggi, video in "stop motion".

Durante il periodo della quarantena però il progetto è stato rimodulato vista l'eccezionalità del momento: le opere d'arte sono state lette e interpretate dagli studenti sulla base delle problematiche che tutti hanno vissuto.
Il progetto è sopravvissuto anche al Coronavirus.
Attraverso la proposta dei docenti, gli alunni hanno compreso che internet non è solo uno spazio per chattare e giocare ma uno strumento che facilita il lavoro di ricerca delle informazioni.

Durante le varie fasi progettuali i ragazzi si sono sentiti coinvolti attivamente nel processo educativo poiché hanno sviluppato la loro curiosità suggerendo nuove idee, creando attività condivise negli spazi virtuali di Twinspace della piattaforma e Twinning con i compagni spagnoli. Il lavoro di squadra ha aumentato le capacità decisionali, le competenze Tic, artistiche e progettuali e gli studenti hanno capito soprattutto che possono cooperare con i loro coetanei spagnoli nella condivisione di informazioni e strategie diverse per fronteggiare insolite difficoltà anche e soprattutto in lingua spagnola.

L'esperienza eTwinning per quest'anno scolastico è quasi terminata. Un ringraziamento speciale alla dirigente scolastica Teresa Orlando che ha creduto nel progetto e ha sostenuto i docenti nell'intraprendere il viaggio impegnativo e emozionante nel mondo eTwinning. Asia Giglia, Giorgia Guerra, Dora Pagliari, Alessandro Pelosi, Alessio Teoli, che hanno partecipato al progetto, sono entusiasti.

«Nemmeno il Covid-19 ci ha impedito di continuare a lavorare. Abbiamo realizzato fotomontaggi e video sulla tematica del progetto e sulle nostre abitudini durante il lockdown. Un'esperienza che ci ha fatto capire che possiamo lavorare anche con studenti stranieri.
Un modo per divertirci, per imparare cose nuove e per sentirci più cittadini europei» ha detto Giulia.
Un'esperienza costruttiva e un'opportunità di migliorare la lingua spagnola e di utilizzare diverse applicazioni che hanno confermato l'utilità della rete internet per favorire la comunicazione, la socializzazione e l'apprendimento reciproco.