Il Comune di Frosinone, mediante il settore Pubblica Istruzione, coordinato dall'assessore Valentina Sementilli, ha pubblicato l'avviso relativo all'individuazione di operatori interessati all'eventuale organizzazione di centri estivi, per partecipanti dai 3 ai 17 anni, nel periodo compreso tra il 22 Giugno e il 31 Luglio 2020.

Preso atto delle linee per la gestione in sicurezza di opportunità organizzate di svago e gioco per bambini ed adolescenti nella fase 2 dell'emergenza sanitaria e di tutti i provvedimenti nazionali e regionali, l'amministrazione ha quindi ritenuto di ricercare soggetti interessati ad organizzare i Centri Estivi sul territorio comunale, al fine di fornire un'occasione di socialità ai bambini, adolescenti e famiglie interessate. 

Nel centro estivo si deve raggiungere il giusto equilibrio tra esperienze ludiche, animazioni, laboratori espressivi ed attività sportive, in modo tale che, pur non sottovalutando l'aspetto di servizio reso alle famiglie, l'accento sia posto sulla necessità di impiegare il tempo libero dei ragazzi in attività di progettazione, costruzione, esplorazione e ricerca, favorendo esperienze in campo pittorico, motorio/sportivo, espressivo, ludico, ambientale, oltre dando spazio a socializzazione, relazione e integrazione con gli altri. L'avviso è rivolto agli Enti del Terzo Settore; alle società (commerciali e non); ai soggetti privati (con o senza personalità giuridica).

Ciascun organizzatore dovrà indicare nel progetto la durata dell'attività che intende organizzare all'interno del periodo menzionato (22 giugno – 31 luglio) e la eventuale volontà di voler proseguire l'attività anche per l'intero mese di Agosto 2020. Il Gestore potrà stabilire una modalità di iscrizione che preveda una selezione dei partecipanti in considerazione della necessità di ospitare un numero adeguato di minori tale da consentire il mantenimento della distanza di sicurezza.

Devono, in ogni caso, essere previsti criteri di priorità nell'accesso ai servizi per assicurare il sostegno ai bisogni delle famiglie con maggiori difficoltà nella conciliazione fra cura e lavoro (per esempio, situazioni con entrambi i genitori lavoratori, nuclei familiari monoparentali, incompatibilità del lavoro dei genitori con lo smart working, condizioni di fragilità o altro).

Sarà offerta particolare attenzione all'accoglienza dei minori con bisogni educativi speciali e minori con disabilità. Per le attività educative dovranno essere utilizzate prevalentemente aree esterne quali aree gioco attrezzate, parchi, giardini delle scuole e dei nidi, campi di calcio, impianti sportivi, per cui l'utilizzo di ambienti interni è da considerarsi residuale. I locali per lo svolgimento delle attività sono costituiti da immobili già in disponibilità dell'organizzatore, locali dei plessi delle scuole, ove utilizzabili concessi dal Comune di Frosinone in uso gratuito all'organizzatore (le scuole per l'infanzia "De Matthaeis; ex Pinocchio; "Giovanni XXIII"; "Fedele Calvosa"; Via Arno; Scuole Primarie "A.Maiuri" e "Cavoni") o impianti sportivi comunali del territorio e altri locali messi a disposizione da associazioni o enti. È richiesta un'approfondita sanificazione, da parte di ditte specializzate, di tutti i locali utilizzati per le attività prima del loro avvio e con cadenza settimanale.

I soggetti organizzatori interessati dovranno far pervenire la propria candidatura ed il progetto utilizzando la modulistica, reperibile anche su http://hosting.soluzionipa.it/frosinone/albo/albo_dettagli.php?id=41100&CSRF=2869cdcf09531edfaecc676825a6260a , entro le ore 14.00 del 17 Giugno 2020 scrivendo all'indirizzo di posta elettronica certificata pec@pec.comune.frosinone.it o, a mano, presso l'Ufficio di Protocollo Generale (piazza VI dicembre). È possibile richiedere chiarimenti inerenti al presente avviso ai seguenti recapiti: antonio.loreto@comune.frosinone.it  e monia.morini@comune.frosinone.it, oppure ai numeri 0775/2656678 e 0775/2656684.