Ieri, ad Alatri, i militari dell'Aliquota Radiomobile, hanno tratto in arresto un 58enne del luogo (già gravato da vicende penali per reati contro il patrimonio e la persona) perché resosi responsabile del reato di "tentata estorsione".   

Nello specifico, l'uomo armato di un bastone e di una falce, si è recato per due volte, nel giro di pochi minuti, presso un bar ed ha tentato, senza riuscirci, di costringere il titolare a farsi consegnare sigarette, alcool e denaro, altrimenti gli avrebbe distrutto il locale, oltre che minacciandolo di morte. Il titolare nel corso del primo tentativo, non si è fatto intimidire dalle minacce  e, dopo essere riuscito ad allontanare il 58enne, ha richiesto l'intervento dei carabinieri.

I militari hanno immediatamente raggiunto il posto e, dopo aver raccolto le descrizioni del soggetto, sono rimasti nei pressi dell'attività ma in posizione defilata, convinti che il malfattore sarebbe tornato per tentare nuovamente l'estorsione. E avevano ragione. Poco dopo, infatti, l'uomo è tornato presso lo stesso esercizio armato, questa volta,  oltre che di un bastone già utilizzato nella prima incursione, anche di una falce e ha provato nuovamente ad estorcere denaro e quant'altro al gestore. Solo l'intervento immediato dei carabinieri  lì appostati, ha messo fine alle gesta violente del soggetto, il quale è stato immediatamente arrestato e, contestualmente, gli sono stati sequestrati sia il bastone che la falce.

Ad espletate formalità di rito, l'uomo è stato trattenuto presso le Camere di Sicurezza del Comando Compagnia di Alatri, in attesa dell'udienza del rito direttissimo che verrà svolta nella giornata odierna.