Un grande traguardo per il centro antiviolenza "Stella Polare - Associazione Risorse Donna Onlus" che è stato inserito nel sistema regionale. "Un risultato frutto di un impegno serio e costante del sindaco Roberto De Donatis, dell'assessore Veronica di Ruscio che si è interfacciata con la Regione, oltre che del coinvolgimento attivo della consigliera nazionale Anci Maria Paola D'Orazio che si è interessata all'iter di riconoscimento», sottolineano dal Comune in una nota che ricorda come la violenza basata sul genere e quella domestica viola i diritti umani, come ribadito dal Consiglio d'Europa con la Convenzione di Istanbul, ed è un fenomeno disgregante capace di minare alla base le dinamiche familiari coinvolgendo spesso soggetti vulnerabili. Per questo serve una rete protettiva e un canale riservato per fronteggiare le situazioni che ne derivano.

"Prevenzione, protezione e sostegno delle vittime, perseguimento dei colpevoli sono i cardini di una più ampia strategia multi stakeholder che nei centri antiviolenza ha un punto di riferimento importante - prosegue la nota - Il rafforzamento, la diffusione ma soprattutto la garanzia di continuità e la valorizzazione delle competenze sono fasi di un percorso articolato che devono essere potenziate sempre di più per una risposta incisiva ai bisogni emergenti e percorsi di uscita rapidi e solidali alle vittime della violenza. In questa direzione vanno gli sforzi dell'ente e dell'associazione per creare una governance territoriale che vede il Comune assieme alle aziende sanitarie e agli altri attori coinvolti per radicare sempre di più sul territorio oltre alla struttura anche una cultura del rispetto forte e proattiva".