Dalla stazione ferroviaria agli ingressi della città sulla Casilina: a Piedimonte San Germano arrivano 18 nuove telecamere per aumentare la sicurezza. Sistemate nei luoghi a rischio e ai varchi d'ingresso per riconoscere le targhe. «Il progetto finanziato dal ministero degli Interni prende forma» ha commentato il sindaco Gioacchino Ferdinandi. Ad assistere all'inizio dell'installazione delle telecamere nel piazzale della stazione ferroviaria, ad opera della società "Telestar" di Aquino che ha vinto la commessa, c'erano il primo cittadino, il vice sindaco Leonardo Capuano e all'assessore alla Sicurezza Vincenza De Bernardis e ai responsabili.

Tra un mese circa si completerà l'installazione delle nuove 18 telecamere nei varchi principali della città.
«Sono trascorsi più di due anni, a pochi mesi dalla mia elezione, in prefettura abbiamo firmato il "patto per la sicurezza" - ha aggiunto Ferdinandi - Siamo stati ben contenti di farlo, perché come più volte detto, protezione e sicurezza non sono temi né di destra né di sinistra. Attraverso quel patto per la sicurezza siamo riusciti a farci finanziare questo altro importante progetto».

«L'impegno che in questi mesi stiamo mettendo per riqualificare la nostra città va anche in questa direzione. Non con parole, ma con fatti» aveva dichiarato a novembre il sindaco Gioacchino Ferdinandi: promessa mantenuta. Già era in cantiere, infatti, il progetto d'installazione di un sistema complesso di videosorveglianza sul territorio comunale, ai principali varchi di ingresso al paese e nelle zone pubbliche ritenute maggiormente sensibili anche per la ricerca dei soggetti coinvolti in attività criminose.