Osteria della Fontana, con il traffico intenso torna la beffa dell'asfalto sulla via Casilina. Con la riapertura delle attività ed il "rompete le righe!", il tratto anagnino della via Casilina è tornato ad essere uno dei più intasati del territorio, in particolare il segmento che attraversa tagliandola in due Osteria della Fontana.

Voragini ad ogni metro, ed il cedimento del sottofondo, rendono problematica la circolazione veicolare, ed il transito di numerosi mezzi pesanti aggrava la situazione.

Il movimento "rosa" capeggiato da Serenella Poggi e Federica Ferretti, che pare stia facendo incetta di convinte adesioni, aveva avuto rassicurazioni da personale dell'Anas che entro breve (prima l'estate 2019, poi l'autunno, poi … il coronavirus!) sarebbe stato effettuato un intervento radicale.

La stessa Anas, verso la fine dell'estate scorsa, aveva confermato le buone intenzioni agli amministratori locali. L'altra mattina, dopo la recente vibrata protesta con annuncio di azioni eclatanti, si sono presentati alcuni piccoli autocarri con la scritta Anas.

Alcune badilate di conglomerato bituminoso sono state lanciate su qualche buca, con l'effetto di aumentare rabbia e disappunto. La città dei papi sembra destinata a considerazione zero da parte delle autorità.