Erano gli anni Settanta. L'Italia, con la costruzione della Direttissima Roma-Firenze aprì la strada nel campo delle linee veloci, in particolare europee. Oltre alla velocità di 250 km/h, l'originalità di quella opera stava nel collegare due grandi centri senza stazioni intermedie e con la possibilità di "entrare" e "uscire" lungo il tragitto mediante "interconnessioni" alle linee preesistenti, potendo così servire centri minori ovvero dirottare un treno in difficoltà senza causare "ingorghi": una sorta di "autostrada ferroviaria".

Poi, negli anni Novanta del secolo scorso arrivò la Tav che collegava e collega ancora oggi i principali centri italiani. Oggi anche la provincia di Frosinone, già attraversata dalla linea super veloce, entra nella ristretta cerchia di territori serviti dai treni ad alta velocità con due fermate a Frosinone e a Cassino.

L'appuntamento con la storia è alle 17.41, quando il Frecciarossa Milano Centrale - Napoli Centrale renderà ufficiale la fermata dell'Alta velocità al binario 1 della stazione di Frosinone. L'evento sarà accompagnato da una doppia cerimonia, nel capoluogo e a Cassino.

Alle 16,30, a Frosinone, è prevista l'accoglienza degli ospiti in piazzale Kambo; alle 17 i saluti del sindaco Nicola Ottaviani, del presidente della Provincia Antonio Pompeo, dell'Aministratore delegato e Dg delle Ferrovie Gianfranco Battisti; del presidente della Regione Nicola Zingaretti e del ministro dei Trasporti Paola De Micheli; alle 17,41 l'arrivo al binario 1 del Frecciarossa 9539, a cui seguiranno il taglio del nastro e le foto di rito; alle 18,10 l'arrivo del treno Tav alla stazione di Cassino; alle 18,15 i saluti del sindaco Enzo Salera e gli interventi di Pompeo, Battisti, Zingaretti, De Micheli. La cerimonia terminerà alle 18,45.

Un progetto industriale, urbanistico e allo stesso tempo sociale che rivoluzionerà e rilancerà il territorio.
L'alta velocità in provincia di Frosinone da chimera diventa realtà e, tutto d'un colpo, i nuvoloni neri che si addensavano all'orizzonte del futuro dell'economia della provincia di Frosinone, iniziano a far filtrare una luce radiosa.

Perché, senza infingimenti, è inutile nasconderselo, gli investimenti economici, lo sviluppo e la riconversione industriale, i flussi turistici, l'appetibilità in generale di un territorio si possono veicolare, è proprio il caso di dirlo, solamente se si rientra nel circuito delle grandi vie di comunicazione che movimentano milioni di persone all'anno.

Ed ora, dopo l'autostrada del Sole negli anni Sessanta del secolo scorso, la linea ad alta velocità, che fermerà in Ciociaria, chiude il cerchio, facendo recuperare a Frosinone quel ruolo strategico fondamentale che ha sempre avuto nei secoli, come zona cuscinetto tra Roma e Napoli.

Si inizia da oggi con l'instradamento di una coppia di treni al giorno ad alta velocità, i famosi "Freccia Rossa", sulla tratta Cassino Frosinone Roma.

All'altezza di Sgurgola e di San Vittore del Lazio i convogli passeranno sulla linea tradizionale per fermarsi nel capoluogo e a Cassino, subendo un "rallentamento", rispetto ai normali tempi di percorrenza, stimato in 18-21 minuti.
Alle 6.03 si potrà prendere il "Freccia Rossa" a Cassino, partito alle 5.23 da Napoli, per stare a Frosinone alle 6.32 e a Roma alle 7.15: 41 minuti per arrivare nella Capitale dal capoluogo e un'ora e dieci minuti da Cassino, con la possibilità di poter poi proseguire verso Firenze, Bologna e Milano.

Un indubbio vantaggio se si considera che oggi, nelle migliori delle ipotesi, chi vuole andare a Milano con il tav, deve raggiungere in auto Roma Termini dalla Ciociaria o arrivare con un altro treno alla stazione di piazza dei Cinquecento, mettendoci praticamente lo stesso tempo che ci vuole per andare da Roma a Milano.

Lo stesso accade per la tratta inversa: il "Freccia Rossa", proveniente da Milano, parte da Roma Termini alle 17, ferma a Frosinone alle 17.41 e a Cassino alle 18.10 per giungere a Napoli centrale alle 18.52.
In estrema sintesi: 41 minuti per arrivare a Roma da Frosinone e viceversa, 27 minuti per coprire il percorso tra Frosinone e Cassino, un'ora e dieci minuti per la tratta Roma Cassino e un'ora e sette minuti per quella Frosinone Napoli, 40 minuti per arrivare a Napoli da Cassino. Il futuro è già iniziato.

di: Pietro Pagliarella