Tentavano di scassinare un distributore automatico di sigarette: denunciati un cepranese e un giovane di origine bulgara. Ieri mattina i carabinieri della stazione di Ceprano al comando del maresciallo Augusto Proietti, a conclusione delle indagini avviate subito dopo il fatto, hanno denunciato per il reato di tentato furto aggravato in concorso, D. S., trentaseienne cepranese, e K. P., ventinovenne di origine bulgara anch'egli residente in città, entrambi già noti alle forze dell'ordine per reati contro la persona e il patrimonio.
Stando a quanto accertato dai militari dell'Arma, i due indagati, muniti di un frullino a batteria, nella notte tra il 7 e l'8 giugno scorso avevano tentato di forzare il distributore automatico di sigarette di un bar di Ceprano, intenzionati a rubare i tabacchi e i soldi. I due però non hanno portato a termine il furto in quanto il forte rumore provocato dal frullino ha richiamato l'attenzione dei residenti costringendoli alla fuga.

Prosegue costante e attenta l'azione di controllo del territorio da parte delle forze dell'ordine; quotidianamente le pattuglie degli uomini del maresciallo Proietti effettuano posti di blocco, fermi e identificazioni. In tarda serata e di notte i carabinieri vigilano garantendo sicurezza. La situazione appare sotto controllo, tranquilla sul fronte dei furti, ferma restando l'attenzione dei cittadini che deve rimanere sempre alta soprattutto in  questa fase in cui le restrizioni alla circolazione si sono allentate. La parola dì'ordine è allertare le forze dell'ordine qualora si notino presenze o situazioni sospette.