Ben 106 candeline per la nonnina dei record di Aquino, Libera Carcione. Nata l'11 giugno del 1914, la sua non è stata una vita semplice scandita dalle guerre mondiali, il lavoro in casa e nei campi ma ci sono stati anche momenti di gioia come i 5 figli, i 10 nipoti e gli 11 pronipoti. Per arrivare a questa età non c'è un segreto, o forse si.

«È capitato accusì. C'è il buono e il cattivo», risponde la nonnina. Occhi vispi e curiosi, nonna Libera ha recitato un passaggio della canzone "Il Piave". Per l'occasione è stata anche sindaco per un giorno. La sua esistenza è patrimonio di ricchezza per la città di San Tommaso d'Aquino.

«È bellissimo stare con te e salutare, con le persone che ami di più, la forza dei tuoi 106 anni  - ha commentato il sindaco Mazzaroppi - La tua esistenza, insieme alla laboriosità e alla sensibilità che hai dimostrato, oltre a essere memoria storica sono patrimonio di ricchezza per la città di Aquino e per tutti noi. I tuoi ricordi sono una testimonianza per la tua famiglia, per i giovani e per le generazioni future.
I più sinceri auguri da parte mia personale, dell'amministrazione e di tutta la comunità, a te dolcissima Libera, prezioso patrimonio di tradizioni, di valori morali, culturali e civili che rappresentano per tutti noi un modello di vita da seguire».

Ad accompagnarla nella sua lunga vita la fede.
«Tutti i mesi le porto la Comunione  - ha raccontato il parroco don Tommaso Del Sorbo - Una donna che nella vita ha sperimentato il dono della gioia, della famiglia e il dolore delle guerre. Una donna che ha conservato la fede e aspetta ogni mese la santa Eucarestia».

Ma avere figli, nipoti e pronipoti accanto in questo giorno così speciale è il regalo più bello per nonna Libera. «Sono tanto contenta», ha salutato tutti sorridendo la super nonna.