Tentata rapina in zona Fontana Merola a Pontecorvo, gli inquirenti continuano a mettere insieme le tracce e gli elementi raccolti; le testimonianze e gli accertamenti eseguiti. Ogni dettaglio nelle mani dei militari della Compagnia di Pontecorvo guidata dal capitano Tamara Nicolai e dal tenente Giovanni Fava potrà servire a ricostruire l'accaduto e a mettere le mani sui responsabili.

La tentata rapina avvenuta in una villetta, nella zona immersa nel verde di Pontecovo, ha fatto salire il livello d'allerta: un episodio tanto cruento non veniva registrato nella città fluviale da molto tempo. La donna, una settantunenne di Pontecorvo, è stata ferita in veranda poco dopo le 5.30 da un rapinatore nascosto sotto al tavolo. Per guadagnarsi la fuga, l'uomo le ha procurato una profonda ferita, colpendola con un coltello a una gamba.

La donna, dopo le medicazioni del caso necessari ben 12 punti di sutura ha ricostruito l'accaduto. Sebbene nei dintorni della villetta non risulterebbero esserci telecamere, da uno dei due accessi alla zona insiste invece un sistema di videosorveglianza: se i malintenzionati sono fuggiti in quella direzione ben precisa, potrebbero esserci delle tracce importanti da comparare con quanto già verificato sul posto dai militari.

Intanto tra Cervaro e San Vittore del Lazio altre segnalazioni hanno fatto salire il livello d'allerta nelle ultime ore: segnalato il furto di un'auto in zona Porchio.
E la presenza di persone "sospette" sempre nelle stesse zone, a confine tra i due territori. Una vasta zona già finita di recente nel mirino di bande di ladri che hanno svaligiato una tabaccheria e tentato diversi colpi in casa.