Grazie Veroli Primo! Così si esprimono i genitori nei confronti di tutti i docenti e del personale Ata dell'Ic per come è stato affrontato questo periodo di emergenza grazie alla didattica a distanza. Gli insegnanti hanno cercato di mantenere il contatto con gli alunni utilizzando sia le piattaforme didattiche, media, social sia chiamate vocali, per ricostruire quel dialogo educativo e quella vita scolastica interrotti dal coronavirus.

Al dirigente scolastico dell'Istituto, Silvana Schioppa, sono state inviate mail di apprezzamento, stima e solidarietà per la gestione della Dad. «La scuola c'è, è inclusiva ed è arrivata a tutti», così si esprime Lo Sardo, rappresentante di classe della primaria di Capoluogo. «La Dad è stata attuata con le metodologie che i docenti hanno ritenuto più opportune e che il dirigente ha lasciato loro adottare nel rispetto della Costituzione. Ho visto insegnanti essere impegnati da mattina a sera per seguire i nostri figli, compresi i giorni di festa e senza sconti di orari».

Anche il presidente del Consiglio d'Istituto, Jean Mary Aversa, intervistato dalla docente Katia Pica, funzione strumentale alle pubbliche relazioni, si è espresso favorevolmente ed è in linea con le scelte operate dalla scuola e dal dirigente poiché i dati emersi dai monitoraggi effettuati sulla Dad ai rappresentanti di tutti i plessi di Veroli 1°(infanzia: Angeli, Crocifisso, Capoluogo, Colleberardi, S. Francesca, Scifelli; primaria: Capoluogo, Crocifisso, Colleberardi, S. Francesca; secondaria di primo grado: Mazzini e S. Francesca) hanno dato un riscontro positivo sia sulle pratiche adottate dai docenti sia sulle risposte degli alunni che hanno potuto contare su docenti presenti e preparati e che nessuno è stato abbandonato.