Oggi l'autopsia sul corpo di Andrea Ferretti, il trentanovenne rimasto vittima dell'incidente stradale che si è verificato martedì scorso sulla Monti Lepini nel territorio di Patrica, mentre era in sella al suo scooter che per cause al vaglio dei carabinieri si è scontrato con una Seat Ibiza. È stato aperto un fascicolo per omicidio stradale da parte del pm Adolfo Coletta. Indagato il conducente dell'auto: si tratta di un ottantenne di Frosinone. Incaricato per l'esame autoptico il medico legale Gabriele Margiotta. Esame che si svolgerà alla presenza dell'avvocato Nicola Ottaviani, difensore della famiglia della vittima, Andrea Ferretti.

I fatti
Lo scooter vicino alla macchina. Il corpo a circa sette metri, sull'asfalto. Per Andrea Ferretti di Giuliano di Roma non c'è stato nulla da fare. Troppo gravi le ferite riportate nell'incidente avvenuto nel territorio di Patrica.
L'impatto è avvenuto con una macchina condotta da un frusinate. Il trentanovenne viaggiava su uno scooter T-Max. Immediatamente sono stati contattati i soccorsi, ma purtroppo per Ferretti non c'è stato nulla da fare. Illeso l'ottantenne alla guida della Seat Ibiza.

La dinamica è al vaglio di carabinieri intervenuti sul posto insieme al personale medico e ai vigili del fuoco. Andrea Ferretti era molto conosciuto anche nel mondo del calcio. Aveva giocato con diverse squadre, tra cui Giuliano di Roma, Anagni, Tecchiena, Monte San Giovanni Campano e nelle giovanili del Frosinone. Quella passione per il calcio nata da bambino, avendo davanti alla sua abitazione il campo sportivo di Giuliano di Roma.