Una nuova pagina per la farmacia comunale di via Piemonte. Ieri gli auguri di rito e da questa mattina insegna luminosa accesa e porte aperte al pubblico.
Finalmente, dopo mesi difficili, la farmacia comunale si lascia alle spalle un periodo d'incertezza e si proietta verso una nuova stagione, quella della gestione municipalizzata, che solo il tempo potrà dire se è stata la scelta giusta. Oggi la farmacia è a tutti gli effetti di proprietà del Comune ed è gestita dalla società Ambiente e Salute Srl.

Soddisfatto per i passi compiuti l'amministratore della Srl Ennio Mancini «Gli obiettivi che ci siamo prefissati sono molto semplici: dare un nuovo slancio all'attività commerciale, la farmacia comunale è un bene della collettività, gli eventuali utili saranno devoluti per attività da destinare alle famiglie. Altro obiettivo è quello di raggiungere obiettivi di qualità e innovativi. È nostro desiderio arrivare a casa delle persone che sono malate per consegnare i farmaci. Un obiettivo è anche quello di fidelizzare la clientela della farmacia, siamo pronti a fare sconti ai clienti abituali».

L'amministratore della società Ambiente e Salute Srl ha poi aggiunto che, quanto prima, sarà pubblicato il bando per individuare il futuro direttore della farmacia.
A ricoprire il ruolo in via provvisoria, fino alla fine del prossimo settembre, sarà il giovane farmacista Francesco Nota: «Sono felicissimo di essere il nuovo direttore della farmacia comunale perché sono sorano e perché si tratta di un ruolo di prestigio ha detto Nota e soprattutto perché è un ruolo pubblico, per il pubblico.
Il mio impegno sarà massimo. Aldilà delle critiche che ci sono state, è innegabile che la farmacia oggi è dei sorani. Invito le opposizioni di venirmi a trovare».

Presenti ieri il presidente del consiglio comunale Antonio Lecce, gli assessori Fausto Baratta e Sandro Gemmiti e il sindaco Roberto De Donatis. «Dopo tante polemiche è finalmente chiaro il nostro orizzonte di avere un importante asset del nostro patrimonio che svolge un servizio per le fasce più disagiate, incrementando così l'offerta sociosanitaria», ha sottolineato il sindaco.