Pagamento Imu, istruzioni per l'uso dettate dal comune di Boville Ernica per facilitare la comunicazione con la cittadinanza. Il termine ultimo per procedere al versamento dell'acconto Imu rimane fissato al prossimo 16 giugno tuttavia, informano dal palazzo comunale, i pagamenti che saranno effettuati tra la scadenza sopracitata e il 31 ottobre del corrente anno, non subiranno ulteriori oneri, sanzioni o interessi.

La delibera
Decisione presa da una delibera favorevole di giunta pervenuta in dirittura d'arrivo il 5 giugno. Per quest'anno, essendo stata abolita la Tasi dalla IUC, previsto l'accorpamento dei due tributi meglio noti con il nome di nuova Imu. Ad oggi, il comune di Boville Ernica non ha ancora deliberato per fissare i tetti delle aliquote. Pertanto la prima rata dovrà dirsi pari alla metà di quanto versato per Imu e Tasi per l'annualità 2019. Vademecum necessario per la compilazione del modello F24, con un'attenzione in più per i nuovi codici e la soppressione dei vecchi.

Quale sarà il computo finale da versare a saldo della rata totale dovuta, potrà essere definito solo dopo l'approvazione delle aliquote da parte del consiglio comunale. L'ufficio tributi del comune bovillense, resta a disposizione per fornire ogni ulteriore informazione e chiarimento. Periodo di conti, dunque, anche per la popolazione bovillense, che potrà comunque contare sulla certezza di nessun ulteriore aggravio qualora la quota fosse comunque versata entro il 31 ottobre. Dunque il termine ultimo per procedere al versamento dell'acconto Imu rimane fissato al prossimo 16 giugno, anche se i pagamenti effettuati entro il 31 ottobre non subiranno ulteriori oneri, sanzioni o interessi.