Bottiglie vuote e degrado. La movida continua a sporcare il centro storico della città, preso di mira da chi possiede uno scarso senso civico. Gli operatori della società Ambiente e Salute Srl hanno lavorato per ore per riconsegnare ai cittadini le piazze nel cuore di Sora decorosamente ripulite. I giovani hanno fatto festa tra i vicoli del centro storico, abbandonando bottiglie di superalcolici vuote sulla scalinata nella Madonna delle Grazie, ma anche nei parchi cittadini e in piazza Palestro, dove le fotografie scattate ieri mattina parlano da sole. E il web si è subito infuocato con commenti duri e sdegnati.

Bottiglie e bicchieri abbandonati anche nel quartiere di San Rocco, lungo il muraglione che costeggia il fiume Liri. Una realtà insostenibile e inaccettabile. E' attesa la firma dell'ordinanza del sindaco Roberto De Donatis che nei giorni scorsi si è detto pronto a firmare un atto per concedere alle attività di somministrazione di bevande e alimenti di restare aperti anche dopo la mezzanotte. «I ragazzi trovando i locali chiusi, si portano le bottiglie da casa e poi le abbandonano lungo le strade della città. L'apertura dei locali permetterebbe di porre un freno a quanto abbiamo tutti visto ieri - argomenta un esercente del centro. Aspettiamo dal sindaco l'ordinanza».