Una storia che ha coinvolto la comunità di Cassino.Il piccolo Lorenzo, di soli 7 anni, si trova all'ospedale "Gaslini" di Genova con i suoi genitori per combattere una grande e difficile battaglia. Il bimbo ha una malattia rara al colon, e da tre settimane si trova nella struttura sanitaria ligure dove i medici lo stanno curando. Lorenzo è forte, è meraviglioso, e ha la sua mamma e il suo papà accanto, ma questa sera l'intera comunità della città martire si stringerà per una preghiera. Un momento di condivisione lanciato dalla parrocchia di Sant'Antonio per offrire supporto a questa famiglia. Lorenzo ha anche due fratelli maggiori che sono i suoi primi supporter. I genitori di Cassino però hanno deciso di dare una mano concreta e Carmelo Midolo, rappresentante di istituto del secondo circolo della città martire e presidente del consiglio di istituto del liceo scientifico "Pellecchia", ha lanciato una raccolta fondi per Lorenzo e la sua famiglia su Gofundme.com. In sole due ore è stata già superata la soglia dei mille euro, stanno arrivando donazioni da tutta Italia, ognuno sta partecipando come può.

Il papà di Lorenzo è un ambulante e in questo periodo, come tante altre famiglie, sta facendo i conti con l'emergenza sanitaria e con l'impossibilità di poter lavorare in maniera adeguata. Per questo l'immenso cuore dei cassinati ha incominciato a battere all'unisono, come già era accaduto per Luca Di Mambro, il giovane di Sant'Elia che in piena emergenza covid-19 e con una diagnosi letale, è potuto rientrare a casa dei genitori dalla Danimarca grazie a un volo sanitario sostenuto con una raccolta fondi avviata dal fratello.