L'accusa era quella di vendere droga, nel centro storico di Fiuggi, anche ai minorenni. Per questo, nel dicembre scorso erano scattati quattro arresti e tre denunce.

Ieri, in abbreviato davanti al gup del tribunale di Frosinone Antonello Bracaglia Morante, tre degli arrestati dell'epoca sono stati condannati a un anno.
Il pubblico ministero aveva chiesto 2 anni 8 mesi rimarcando la gravità delle condotte.

Il giudice, tuttavia, ha ritenuto il caso rientrante tra quelli di lieve entità, così come richiesto dalle difese, e ha comminato un anno di pena per Francesco Lolli, 25 anni, Andrea Sgamma, 21, e Paul Marian Baraoneci, 20, il primo ancora detenuto, gli altri ai domiciliari, difesi dagli avvocati Marco Maietta Antonio Ceccani e Enrico Pavia. Per tutti anche la pena sospesa, con immediata scarcerazione.

L'operazione, condotta dai carabinieri della stazione di Fiuggi e del Norm di Alatri, si era concentrata al centro storico di Fiuggi. E aveva interessato tutti giovanissimi, come giovanissimi e anche minorenni secondo le accuse erano anche gli acquirenti di hashish, ma anche cocaina.

Le indagini erano iniziate alla fine del 2018, quando una pattuglia dei carabinieri di Fiuggi, trovò in un cassettone di una tapparella in un condominio, un barattolo di caffè contenente 14 grammi di cocaina e 5,7 grammi di crack.