Domani pomeriggio (Chiostro di San Francesco, ore 15.30) si svolgerà l'incontro per illustrare le recenti modifiche al regolamento dei dehors adottate nel corso dell'ultima seduta consiliare. La riunione è stata organizzata dall'amministrazione comunale ed è rivolta ai gestori dei pubblici esercizi del centro storico, i quali attendono il "via libera" per poter ampliare gli spazi esterni delle loro attività commerciali.

Nel concreto, le misure più importanti sono: la superficie di suolo pubblico occupabile con strutture temporanee raddoppia, passando dal 50% al 100% rispetto allo spazio interno dell'esercizio, e i tempi per il rilascio dell'autorizzazione saranno più che dimezzati, scendendo da 8 a 3 giorni lavorativi. Altri dettagli verranno resi noti nel corso dell'incontro. Nel mentre, insorge una parte della minoranza per la procedura adottata. Roberto Addesse (Lega), nella giornata di ieri sollecitava gli organi politici e amministrativi nella pubblicazione della delibera contenente le novità in merito ai dehors, sottolineando che "I tempi sono fondamentali per la sopravvivenza di tante attività che hanno sofferto nel periodo del lockdown".

Poi, la notizia dell'incontro e il commento: "Svelato l'arcano. Ecco il motivo per cui la delibera non sia stata ancora pubblicata, nonostante gli 8 giorni dall'approvazione in consiglio comunale. Vogliono sfruttare politicamente la situazione a danno dei commercianti, aspettando sabato (domani, sabato 6 ndr). Ho solo una parola: vergogna". Dura anche l'opposizione extraconsiliare di "Prospettiva futura", che ha parlato di mera propaganda elettorale.