Vacanze al mare, finalmente si può ed arrivano le indicazioni dell'Iss per i bagnanti e i gestori. Nel "Rapporto sulle attività di balneazione in relazione alla diffusione del virus SARS-CoV-2" del Gruppo di Lavoro Ambiente-Rifiuti COVID-19 in collaborazione con il Ministero della Salute e altre istituzioni sono fornite raccomandazioni per tenere sotto controllo i rischi sanitari. Si tratta di indicazioni di tipo tecnico che riguardano i controlli ambientali e di norme igieniche da seguire.

Tra le indicazioni, per gli stabilimenti e per i bagnanti viene raccomandato: di prenotare l'accesso agli stabilimenti, eventualmente per fasce orarie, in modo da prevenire assembramenti, e registrare gli utenti, anche per rintracciare eventuali contatti a seguito di contagi, mantenendo l'elenco delle presenze per un periodo di almeno 14 giorni, nel rispetto della privacy; di regolamentare gli accessi e gli spostamenti sulle spiagge, anche attraverso percorsi dedicati, e disporre le attrezzature, in modo da garantire in ogni circostanza il distanziamento;

di garantire distanziamento interpersonale di 1 metro tra persone non appartenenti allo stesso nucleo familiare, anche durante la balneazione; di controllare la temperatura corporea, ove possibile, del personale e dei bagnanti con interdizione di accesso se superiore ai 37,5°C; di vietare qualsiasi forma di aggregazione che possa creare assembramenti, quali, tral'altro, attivitàdi ballo,feste; di interdire gli eventi musicali con la sola eccezione di quelli esclusivamente di "ascolto"; di pulire, con regolarità almeno giornaliera,lesuperfici; dievitarel'uso promiscuo di attrezzature da spiaggia; di dotare i bagnanti di disinfettanti per l'igiene delle mani.