Differimento tributi: Imu, Tosap e imposta comunale sulla pubblicità slittano a settembre. Esclusivamente per il 2020, in considerazione dell'emergenza sanitaria, sono stati differiti al 30 settembre i termini per il pagamento dei tre tributi. La Giunta comunale, secondo quanto previsto dal decreto legge Cura Italia, ha adottato la delibera che proroga le scadenze relative al pagamento di imposte e tributi locali. Al fine di garantire un aiuto concreto ai cittadini e alle attività economiche in condizioni di oggettive difficoltà è stato adottato il provvedimento che per ora assicura un momento di tregua contributiva a cittadini e imprenditori.

La pandemia, oltre alla gravissima emergenza sanitaria, infatti ha determinato conseguenze disastrose sull'economia locale, di qui la necessità di intervento sul disagio socio-economico per cittadini e imprese. Si tratta di una delle misure di agevolazione a fronte dell'emergenza Covid-19, un intervento straordinario che sicuramente cittadini auspicavano anche alla luce delle difficoltà che si sono registrati su più fronti. Chiaramente il differimento non elimina i tributi che a settembre dovranno essere pagati, ma almeno sposta le scadenze in momenti che, si spera, siano migliori rispetto a questi in cui l'emergenza è ancora in atto.

«Ci eravamo impegnati ad adottare misure che agevolassero i contribuenti - dichiara l'assessore al bilancio Vincenzo Cacciarella - e abbiamo lavorato in questa direzione dando mandato, sin da subito, ai responsabili di settore, di mettere in atto gli indirizzi disposti per intervenire in questa fase di crisi socio-economica non meno grave dell'emergenza sanitaria. Come ho già avuto modo di spiegare abbiamo effettuato la rinegoziazione dei mutui, operazione straordinaria messa a disposizione da Cassa depositi e prestiti, con cui abbiamo liberato 120.000 euro dal bilancio comunale, risorse che saranno interamente destinate alla ripartenza delle attività produttive, misure che si aggiungono a quelle di Regione e Governo a sostegno di cittadini e imprenditori».