Sono andati in comune per chiedere scusa e per ripagare quanto danneggiato. Così è finita la storia iniziata sabato sera quando, a Piedimonte San Germano, un gruppo di ragazzi aveva tentato di sradicare i nuovi alberi piantati nella zona belvedere nella parte alta della città.

Ad agire 8 ragazzi e una ragazza che, forse annoiati, avevano deciso di passare la serata in quel modo.
Peccato per loro che una telecamera del Comune avesse ripreso tutto quello che era accaduto.

A denunciare la vicenda il vice sindaco e assessore alla Manutenzione e ai Rifiuti, Leonardo Capuano, che da tempo sta portando avanti una lotta contro chi danneggia gli spazi pubblici della città annunciando guerra.

Una vicenda che aveva sdegnato la comunità pedemontana, tanti i commenti di denuncia.
«I responsabili hanno ripagato i danni di loro spontanea volontà  - ha commentato il vice sindaco Capuano - Cioè senza che aspettassero di essere convocati, sono venuti da me chiedendo scusa e garantendo le spese per ripristinare le piante danneggiate. Subito dopo aver il post mi hanno contattato per confessare, hanno chiesto mille volte scusa, hanno capito di aver commesso uno sbaglio. Testimonianza che l'impegno che l'amministrazione sta portando avanti contro questi episodi è chiaro: non si fanno sconti. Un fatto importante ma ovviamente la "tirata d'orecchio" per tutti loro era d'obbligo».

Non è la prima volta che una zona della città è vittima di danneggiamenti, fenomeno contro il quale il Comune ha adottato la linea della tolleranza zero come per quello dell'abbandono dei rifiuti. «La lotta contro i danneggiamenti ai beni comunali e al decoro urbano sarà ancora più aspra e andrà di pari passo con quella contro gli incivili della differenziata», ha concluso caustico il vice sindaco, Leonardo Capuano.