Nuovi e ancora più incisivi interventi, quelli messi in campo dall'Amministrazione comunale di Ferentino a guida Antonio Pompeo, pensati per aiutare le attività di ristorazione, commerciali e gli ambulanti dei mercati in un momento di grave difficoltà post-Covid. Dopo le altre misure già adottate per famiglie e cittadini e l'erogazione del contributo da 500 euro per le attività produttive e professionali sospese nel periodo del lockdown a causa del coronavirus, la Giunta comunale ha varato oggi il 'PIANO SALVA-COMMERCIO' che contiene importanti provvedimenti per i titolari di attività legate alla ristorazione e ambulanti del mercato cittadino.

ESERCIZI DI RISTORAZIONE E SOMMINISTRAZIONE PASTI E BEVANDE
La delibera stabilisce l'esonero dal pagamento della Tosap (Tassa per l'occupazione di spazi e aree pubbliche) per esercizi di ristorazione e somministrazione di pasti e bevande: bar, ristoranti, pizzerie, gelaterie e pasticcerie, pub e simili. Accanto allo snellimento delle procedure burocratiche per il rilascio dell'autorizzazione relativa all'occupazione dello spazio pubblico, inoltre, il pacchetto prevede un contributo una tantum, fino a un massimo di 500 euro, che sarà erogato dal Comune alle suddette attività per l'acquisto di tavoli, sedie, ombrelloni e dehors, con determinate caratteristiche che ne uniformano l'aspetto estetico e che sono indicate dettagliatamente nel provvedimento adottato.

VENDITORI AMBULANTI DEI MERCATI
Per quanto riguarda i venditori ambulanti, titolari di autorizzazione al commercio su area pubblica rilasciata dal Comune di Ferentino per il mercato del sabato in località Giardino e per il mercato del martedì nel centro storico, per i quali è risultata sospesa l'attività in base ai provvedimenti emessi per l'emergenza epidemiologica da Covid-19, il provvedimento adottato prevede la concessione di un contributo una tantum, a carattere straordinario, commisurato al pagamento della Tosap dovuta per il periodo dal 1° marzo 2020 al 31 ottobre 2020. Informazioni più dettagliate su modulistica, tempi e procedure saranno reperibili, da mercoledì 3 giugno 2020, sul sito istituzionale del Comune e sul portale ComunicaCity.

LE DICHIARAZIONI DI POMPEO
"Essere dalla parte del tessuto economico e produttivo del territorio – commenta il sindaco Antonio Pompeo –significa agire concretamente per sostenere un settore che, anche prima dell'emergenza, era costretto a fare i conti con le difficoltà economiche. Attraverso questo provvedimento integrato, il Comune continua e rafforza la sua missione di aiuto e vicinanza a un comparto estremamente importante per la ripresa dell'indotto economico e produttivo". "Dall'inizio dell'emergenza ad oggi – sono le dichiarazioni degli assessori Franco Martini ai Tributi e Angelica Schietroma alle Attività produttive – la nostra Amministrazione ha pensato, studiato e messo in campo provvedimenti specifici, tesi a sostenere tutti i settori e le fasce della popolazione maggiormente colpiti dalla pandemia.

Accanto a interventi mirati per le famiglie e i cittadini in difficoltà, alle persone anziane e malate, ai titolari di attività produttive e professionali costrette a interrompere il lavoro a causa del virus, oggi predisponiamo misure poderose e importanti per gli esercizi legati alla ristorazione e per i venditori ambulanti che animano i mercati della nostra città".