Nemmeno 48 ore dall'annuncio dell'assessore all'ambiente Roberto Gizzi che gli operatori delle guardie zoofile dell'associazione "Accademia Kronos di Frosinone", sono entrati in azione. L'intervento per contrastare da una parte il fenomeno del randagismo e dall'altra quello di far rispettare, da parte dei proprietari di cani, le norme in difesa del decoro urbano in caso di deiezioni dei loro quattro zampe in strade e vicoli. Ieri infatti sono stati effettuati dei controlli sull'area dell'Acropoli e del centro storico.

Gli operatori hanno fermato alcuni proprietari di cani controllando che tutto fosse in regola ad iniziare dalla presenza del microchip. Poi durante la mattinata non è mancato anche un intervento per accalappiare un cane randagio. La presenza dei volontari della "Kronos" è stata molto apprezzata dai cittadini e anche dai quei proprietari di cani che da sempre rispettano le norme. Soddisfatto l'assessore all'ambiente Roberto Gizzi. «Avevamo annunciato l'avvio di questo progetto con l'Accademia "Kronos". Per contrastare sia la presenza di cani randagi e anche quella di mettere fine a qualche comportamento di quei pochi proprietari degli amici a "quattro zampe", che, approfittando delle uscite fuori casa, non raccolgono i bisogni dei propri cani. Ieri i primi controlli che dureranno anche in futuro».