"Chi crede nella giustizia non può non avere le lacrime agli occhi e la morte nel cuore". Quella giustizia sempre cercata, agognata, mai mollata.
Anche il Coa (il consiglio dell'ordine degli avvocati) "soffre" per papà Guglielmo, simbolo di una coraggiosa e lunga battaglia per la verità. "La morte di Guglielmo Mollicone - scrive il Coa - porta un dolore immenso in coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo. Nonostante tutto quello che ha passato, ha vissuto la sua battaglia con grande dignità e rispetto istituzionale. Chi crede nella giustizia non può non avere le lacrime agli occhi e la morte nel cuore".

Quella giustizia che lo ha visto per anni varcare le soglie del Tribunale di giustizia, incrociare occhi, scambiare parole e sentire pulsare il cuore sempre allo stesso ritmo, con la stessa determinazione, con una grande e inestinguibile speranza nella verità. Ha percorso passi sempre decisi, con garbo e dignità unici. Passi durati 19 anni. Con quella fiamma di speranza nella verità mai sopita.