Era la fine di novembre quando si diffuse la notizia dell'improvviso malore di Guglielmo Mollicone. Tanta l'apprensione di familiari e conoscenti, si fermò l'intera nazione per conoscere le condizioni mediche del papà di Serena. La corsa disperata in ospedale a Frosinone  e l'intervento urgente, poi l'attesa per sapere l'esito. Guglielmo, l'uomo forte e dallo sguardo profondo, non si è più svegliato. Oggi più che mai tutti vogliono giustizia per Serena, una diciottenne che aveva tutta la vita davanti, oggi sono tutti papà Guglielmo. 

Sono centinaia i commenti, le preghiere, le speranze affidate ai social: il malore che ha colpito Guglielmo Mollicone ha intimamente coinvolto tutti. Le condizioni di Guglielmo sono molto gravi e resta nel reparto di Rianimazione dello Spaziani.

Anche la famiglia Tuzi è intervenuta: "Maria, Fabio Tuzi e la madre, l'avvocato Castellucci e la consulente Cordella, si stringono con affetto intorno a Guglielmo e a Consuelo. La notizia del grave malore che ha colpito il Maestro, ci ha profondamente scossi. Aspettiamo con profonda amicizia e stima Guglielmo per riprendere il cammino che ci porterà alla Verità Ora è il momento del rispettoso silenzio e della preghiera".

Il padre di Serena, uccisa a soli 18 anni e da allora in attesa di giustizia, è stato operato d'urgenza nella mattinata. Sottoposto ad angioplastica, resta in rianimazione. Un probabile infarto, in base alle prime indiscrezioni trapelate, che lo ha colpito nella sua abitazione di Arce e che ha messo in allerta tutti. Rianimato con defibrillatore è arrivato in ospedale privo di coscienza. Non si escludono eventuali danni cerebrali. Proprio ora che l'apertura del processo per la morte di sua figlia si avvicina.

Il procuratore capo di Cassino Luciano d'Emmanuele che ha fortemente voluto il proseguimento delle indagini che hanno portato ad indagare 5 persone, tra cui l'ex maresciallo della caserma di Arce e due carabinieri, ha così dichiarato: "Sono profondamente addolorato per quanto accaduto a Guglielmo Mollicone. Spero che riesca a superare questo terribile momento".

Per leggere ulteriori dettagli clicca qui 

di: Carmela Di Domenico

Un malore improvviso, poi la corsa in ospedale. È stato operato d'urgenza Guglielmo Mollicone, sottoposto ad angioplastica e ora in Rianimazione all'ospedale di Frosinone "Spaziani".

Un probabile infarto che ha messo in allerta tutti. Proprio ora che l'apertura del processo per la morte di sua figlia si avvicina. In tribunale, negli uffici, nelle caserme e nella comunità di Arce sono tutti in apprensione. Si spera che Guglielmo possa presto tornare a lottare per sua figlia, per quella giustizia che merita da 18 lunghi anni. Papà Guglielmo è stato operato dai dottori Di Ruzza e Cesario. La prognosi è riservata.

di: Carmela Di Domenico