Inizia la fase decisiva per completare e riqualificare gli impianti sportivi in località Colle. Nei giorni scorsi è stato nominato il responsabile unico del procedimento che dovrà coordinare gli atti e le pratiche che dovranno essere predisposte per cantierare il progetto inserito in un disegno più vasto e articolato come quello della realizzazione della "Città villaggio degli emigranti", peraltro già partito con i lavori di altri lotti. 

L'importo totale dell'intervento è di 609.000 euro, di cui 339.000 a carico del "Fondo sport e periferie" e 270.000 cofinanziati dal Comune. I lavori previsti riguardano la manutenzione di servizi igienici e spogliatoi, oltre ad alcune modifiche per rendere i locali fruibili anche dalla Protezione civile; davanti i fabbricati esistenti verrà realizzato un campetto di calcio in erba sintetica (44 metri per 24 le dimensioni) e un nuovo campo da tennis (33 per 17,50 metri); quello vecchio verrà smantellato, ma non del tutto.

Infatti l'area di sedime servirà per costruire una pista per automodellismo e gare off-road: per l'occasione dovranno prevedersi i box per i meccanici e per i giudici di gare e il palco di pilotaggio. La pista sorgerà su un'area in quota rispetto agli altri impianti sportivi, nella zona più lontana dalle abitazioni per non arrecare disturbo con i motori degli automodelli. La pista occuperà una superficie di 2.600 metri quadrati.
Infine verrà cambiata la viabilità interna così da permettere agevoli spostamenti ai veicoli.
Per il sindaco Duilio Martini la realizzazione della "Citta dell'emigrante", con i suoi singoli progetti, è strategica per rilanciare il territorio: «Il nostro compito è portarlo a compimento», dice.