Finisce la quarantena e torna l'incubo ladri. I cittadini raccontano sui social e in gruppi WhatsApp usati come "telefono senza fili" di tentati colpi tra sabato e domenica. Racconti che hanno un comune denominatore: la presenza di una Bmw di colore blu scuro con all'interno quattro o cinque uomini.
Un dettaglio di non poco conto su cui stanno indagando i militari della Compagnia di Cassino - agli ordini del capitano Ivan Mastromanno - prontamente intervenuti. Il primo degli episodi raccontati è quello avvenuto tra Villa Santa Lucia e Piedimonte San Germano sabato. Sono gli stessi residenti a parlare di un furto e a "scambiarsi" qualche cifra della targa di una Bmw blu con cinque persone a bordo, notata in zona.

Ieri, poco dopo mezzogiorno, un'altra Bmw blu scuro è stata notata nella zona bassa di Cervaro, in località Marandola. Anche qui "in concomitanza" con un tentato furto. In questo caso, però, qualcuno ha parlato di cinque persone a bordo, cinque uomini. In base a una primissima ricostruzione dei fatti, qualcuno sarebbe stato notato in prossimità di una villetta. Sarebbe stato proprio un parente del proprietario a notare per primo la vettura e a far scattare l'allarme: in pochissimi minuti sul posto sono arrivati i carabinieri di Cassino.

E nel pomeriggio segnalazioni anche dalla zona Porchio. Proprio da Cervaro, lo ricordiamo, era arrivata la proposta di creare un comitato di "Controllo del Vicinato". L'idea rilanciata dall'avvocato del Foro di Cassino Simona Valente, residente a Cervaro, era nata per mettere a sistema i numerosi gruppi WhatsApp creati da cittadini esasperati dai furti: un sistema che possa avvisare in tempo reale le forze dell'ordine qualora fosse avvistata l'auto segnalata.
Fondamentale, in ogni caso, segnalare subito la presenza di auto o soggetti sospetti alle forze di polizia.