Se è vero che da un punto di vista della letalità e del contagio la fascia più vulnerabile è quella degli over 70, l'emergenza Coronavirus colpisce però duramente soprattutto gli under 30. Aggiunge ansia, paure e incertezze - lavorative ma non solo - a una situazione di precarietà già ampiamente diffusa e che non permette di guardare con molto ottimismo al futuro. Ma a Cassino i ragazzi si sono rimboccati le maniche ed hanno cercato di fare il possibile. A metterlo in evidenza è Arianna Volante, la più giovane consigliera comunale - eletta nella lista del Pd - che argomenta: "Se già essere un consigliere comunale giovane è difficile, esserlo al tempo del Covid rende tutto ancora più arduo. Le priorità inevitabilmente per le amministrazioni diventano altre, far quadrare i conti diventa sempre più difficile.

Le prime statistiche mostrano già che, ancora una volta, saranno i giovani i più penalizzati. Quelli che hanno meno di trent'anni rischiano di lavorare meno ore o di restare disoccupati: hanno impieghi meno sicuri e meno qualificati. E anche il lavoro meno specializzato, in passato più disponibile, si sta riducendo. Siamo la "generazione della crisi". Io ho dovuto sostituire tutti i progetti che avevo in mente, andare incontro alle nuove esigenze nate da questa emergenza. Se prima il sogno da realizzare il prima possibile era la creazione di un centro di aggregazione giovanile in città, almeno per il momento l'aggregazione è proprio ciò che si deve evitare. La preoccupazione più grande, improvvisamente, è diventata quella di poter dare a tutti la possibilità di studiare o di pagare l'affitto. I ragazzi di Cassino durante l'emergenza non si sono tirati indietro, anzi voglio complimentarmi con tutti coloro che hanno dato una mano (penso a tutti i volontari di CassinoRisponde, a Volume 108, i ragazzi di Balletta Grafica, Associazione Lorenzo Saggese). I ragazzi di Cassino ci sono e hanno un cuore grande, il loro impegno e la loro condotta sono stati esemplari e questo deve far rumore più di tutte le notizie che li citano generalmente per parlare solo di comportamenti scorretti.

Si meritano una città migliore, che li renda orgogliosi di farne parte. Ho la fortuna di appartenere ad un'amministrazione che non si è mai fermata. Tanti sono i progetti attivi, i prossimi obiettivi sono: "Rendere gli spazi aperti in città come la Villa Comunale o anche gli spazi di San Giovanni/Piazza Restagno più vivibili, ricreare aule studio all'aperto, in assenza al momento di una biblioteca comunale e per il rispetto delle norme di sicurezza. Puntare sulla formazione, dare la possibilità di accesso a corsi regionali gratuiti e professionalizzanti. L'università, con la sua capacità di far fronte alle difficoltà e di uscirne sempre vincente, è un esempio da seguire. Inoltre, un rapporto così stretto e proficuo con i rappresentanti degli studenti, in particolare universitari grazie a Primavera Studentesca, non si era mai visto e porterà a grandi risultati".

Poi Volante mette l'accento anche sul Pd e in particolar modo sull'organizzazione giovanile: "Nemmeno i Giovani Democratici - dice - si sono fermati nell'emergenza, e grazie ad una stretta collaborazione con la federazione provinciale i GD di Cassino hanno dato vita a molte iniziative social, anche perché ci sono state date importanti per noi come il 25 Aprile. L'elezione di Luca Fantini sarà un passo importante per cominciare a costruire un partito nuovo e riunire il Nord e il Sud della provincia che fino ad oggi, troppo spesso, sono stati considerati due entità separate. Cassino, come nell'emergenza, sarà d'esempio anche nella ripartenza. È un orgoglio far parte di questa amministrazione e di questa città".