"Black River", ansia per quattro tecnici che non riescono a far rientro dall'estero. Roberta Mancino, della nota e importante agenzia "Black River", conferma come «con l'inizio della pandemia abbiamo avuto difficoltà a far rientrare dipendenti di aziende che si trovavano all'estero per lavoro (Tunisia, Polonia, Cina).

Dipendenti – prosegue – che attualmente ci sono ancora tecnici fermi in Polonia e Argentina: Paesi dove erano andati per lavoro e che ancora non riescono a rientrare in Italia. Fortunatamente è un numero esiguo, ma resta un dramma personale per ognuno dei quattro».

In attesa che questa situazione si risolva anche se non ci sono particolari criticità, visto che stanno tutti bene, Roberta Mancino torna sull'attulaità e ricorda che in merito alle attività di promozione nazionale ed internazionale legate al mondo dell'imprenditoria «al momento, gli eventi fieristici sono stati tutti rinviati al 2021».

E ancora: «Il comparto turistico sarà l'ultimo a ripartire.
La stagione si potrà "salvare" solo su destinazioni in Italia, se la gente acquisterà un po' di fiducia a spostarsi. Altrimenti sarà un anno zero. Tutto rimandato al 2021».