Hashish e cocaina con annessi materiali di confezionamento. Cittadina sensibile anche quella di Pignataro Interamna per lo spaccio diretto di droga ma anche come base per depositi in un contesto (Cassinate-Valle dei Santi) dove sono stati scovati depositi o circuiti di collegamento per rifornimenti unici.

E grazie ai carabinieri di San Giorgio a Liri, un altro tassello è stato aggiunto. A finire arrestato, dopo perquisizione veicolare e domiciliare, è un ragazzo di 32 anni di Pignataro Interamna.

Aveva materiali vari, generalmente utilizzati per il confezionamento di stupefacenti (bustine e dispositivo per il sottovuoto; un rotolo di cellophane; due bilancini elettronici di precisione ed una lama per taglierino), nonché di cinque dosi di "cocaina" del peso complessivo di circa 17 grammi; altri due involucri da 5 grammi di "hashish" e, dulcis in fundo, 1.480 euro in banconote di vario taglio.

Facile immaginare che fossero legati alla attività illecita.
Il giovane è stato arrestato in flagranza di reato per "detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti".
Ora è ai domiciliari.