Materassi, una vecchia poltrona, un seggiolino auto per bambini, un pc fino a uno striscione con una dedica d'amore, ma a incastrare il furbetto con nome e cognome grazie a una squadra geometrica. C'era proprio di tutto tra rifiuti abbandonati in via Pagliuchella, la strada che collega la parte alta di Piedimonte con Villa S. Lucia. Talmente tanti da riempire un camioncino della De Vizia. «Dall'immondizia è stato possibile risalire al cittadino che senza alcuno scrupolo e senso civico ha gettato in modo del tutto incivile quei rifiuti - ha affermato il sindaco Gioacchino Ferdinandi - La guerra contro questi cittadini che distruggono l'ambiente e il decoro urbano non smetterà mai, ma andremo avanti a muso duro».

La norma in materia ambientale dispone sanzioni per l'abbandono di rifiuti da 300 a 3.000 euro, il comandante dei vigili urbani sta redigendo il verbale. «Il verbale arriverà al destinatario con la speranza che si renda conto che danneggiare l'ambiente non è cosa proficua», ha aggiunto il sindaco Gioacchino Ferdinandi. Una quantità elevata di rifiuti, di cui una parte poteva assolutamente essere differenziata, e il restante inserito nell'indifferenziato e nella lista del ritiro dei solido-ingombranti. «Sono davvero rammaricato nel vedere che ancora ci sono persone con un senso civico così povero - ha affermato il vice sindaco Leonardo Capuano - Abbiamo ed ho sempre cercato di fronteggiare queste forme di inciviltà, ma a volte, per omertà o perché non abbiamo riscontri, non siamo potuti risalire ed accertare i protagonisti di questi gesti ignobili.

Mi domando perché in una città che ha sul proprio territorio una Isola ecologica ancora debbano esistere persone che fanno simili gesti? L'abitazione del signore in questione è più vicina al nostro Ecocentro che a via Pagliuchella. Centro nel quale avrebbe potuto depositare tranquillamente tutti quei rifiuti. Mi chiedo: perché? Che futuro e che mondo intende lasciare ai propri figli e nipoti? Un mondo snaturalizzato, sporco e invivibile». Per contrastare il fenomeno presto arriveranno le telecamere. «Nei prossimi giorni la polizia municipale - ha aggiunto Capuano - inizierà a installare le fototrappole in tutti i punti in cui purtroppo oggi riscontriamo "svogliatezza" dei cittadini nel fare la differenziata o in quei punti presi sempre più di mira dai trasgressori. La lotta continua e alla fine la parte migliore di questa città vincerà».