Si è svolta ieri l'udienza di convalida del settantasettenne di Torrice, Valentino Paniccia, finito agli arresti domiciliari con l'accusa di tentato omicidio, dopo la lite finita nel sangue mercoledì pomeriggio con il nipote di 58 anni.

Questo ultimo durante la lite è rimasto ferito al braccio sinistro, raggiunto da un colpo di fucile da caccia che imbracciava lo zio che si è difeso dichiarando che il colpo era partito per cause accidentali.

L'anziano era stato subito arrestato dai carabinieri e poi messo ai domiciliari. Ieri quindi si è svolta l'udienza di convalida dell'arresto davanti al gip, la dottoressa Ida Logoluso. Questa si è svolta in video conferenza con l'arrestato che è stato ascoltato in remoto dalla dottoressa Logoluso, per rispettare le misure dell'emergenza Covid-19. Il pensionato è stato difeso dall'avvocato Silvia Latini. Il giudice al termine dell'udienza ha convalidato l'arresto e confermato i domiciliari.