Trovata morta in una baracca in località San Martino.
Il caso di Elvira, 57 anni, di origine romena è finito sotto i riflettori della trasmissione "Chi l'ha visto". Si attende ora l'esito dell'autopsia per chiarire le cause del decesso.

A trovare il corpo, il 1° maggio, era stato un amico, Benito, che stando a quanto ha dichiarato, l'aveva ospitata trovandole un "alloggio di fortuna". E proprio l'uomo ai microfoni di "Chi l'ha visto" ha raccontato cosa è accaduto il giorno che ha trovato il cadavere della donna e il motivo per cui l'avesse aiutata.

Benito ha raccontato che con Elvira, anni prima, aveva avuto una importante relazione, anche se il lavoro di lei, come badante, li teneva spesso lontani. Poi si sono lasciati, ma era rimasto comunque un legame di amicizia, tanto che quando a inizio aprile Elvira lo aveva chiamato per farsi andare a prendere alla stazione di Ceccano, lui non si è tirato indietro. Aveva bisogno, sempre stando al racconto dell'uomo, di un alloggio.

Essendo in corso la pandemia e ritenendo importante adottare le misure per evitare un eventuale possibile contagio, Benito ha deciso di ospitare Elvira nella baracca. Ai microfoni della trasmissione di Rai3 l'uomo ha ribadito che lui non ha fatto nulla di male alla cinquantasettenne ma ha cercato soltanto di aiutarla.