Nicola Bellini, figlio dell'anziana coppia anagnina ricoverata allo Spaziani, ringrazia su Facebook per le ottime cure ricevute dai suoi genitori, ormai guariti nonostante ultraottantenni: "Insieme a mio padre Nello, mia madre Luciana e a tutta la nostra famiglia, desideriamo ringraziare il personale medico ed infermieristico, gli operatori socio sanitari e "le signore che ci svegliavano con un sorriso" dell'ospedale "Spaziani" di Frosinone, per la professionalità nelle cure prestate e per l'umanità dimostrata verso persone che mai nella loro vita erano venute a trovarsi così sole».

«C'è stato sempre un sorriso - prosegue - una parola di incoraggiamento. Tutto è finito nella maniera migliore, il nemico invisibile e stato sconfitto (e si spera che lo sarà per tutte le persone ancora impegnate in questa guerra) ma, in un momento così "difficile", un sorriso ed una parola di incoraggiamento diventano "scritture indelebili nel nostro cuore". Grazie con l'augurio di poter mantenere tutta la forza necessaria per combattere questa guerra, da cui ne usciremo vittoriosi".