Dalle prime ore della mattinata i militari della compagnia Carabinieri di Sora, coadiuvati da quelli della stazione forestale di Sora, unitamente a personale veterinario della locale ASL, dell'ufficio tecnico e della polizia municipale del comune di Sora hanno iniziato le verifiche di una stalla sita nella cittadina volsca, con precisione in località Agnone, Via Baiolardo. La stalla è ubicata su un terreno intestato ad una persona pregiudicata del luogo con diversi precedenti per stupefacenti, ricettazione, associazione per delinquere finalizzata alla realizzazione di corse, scommesse clandestine, maltrattamento e doping di cavalli).

La struttura in lamiera era stata già oggetto di una precedente verifica da parte degli organi del comune con emissione di ordinanza, mai attuata. All'interno sono stati trovati una quindicina di animali (bovini ed equini); sei cavalli rinvenuti, tra i quali verosimilmente i noti ''Palledoro'' e ''Coccaina", impiegati per la corsa abusiva del giorno di Pasqua (LEGGI QUI). Il personale dell'ASL sta scaricando i vari certificati per appurare l'identità degli animali

Al momento del controllo era presente un 30enne cittadino Maliano, richiedente asilo, domiciliato presso la Coop.Soc. "Sole Cuore" di Sora, che stava accudendo gli animali, espletando di fatto attività lavorativa in nero. Ulteriori accertamenti tuttora in corso.