Si è aperta lunedì 14 dicembre la XX edizione del Roma Film Festival, presieduto da Adriano Pintaldi (consulenza artistica di Gianluca Nardulli), nella splendida cornice del Centro Sperimentale di Cinematografia Teatro Blasetti). La Kermesse che si protrarrà fino al 20 Dicembre, è dedicata quest’anno al Maestro Ennio Morricone, che ha appena finito di registrare la colonna sonora de La corrispondenza di Giuseppe Tornatore e che ha firmato l'ultimo film  di Quentin Tarantino, The Hateful Eight, che segna il suo ritorno al genere western dopo quarant’anni anni.

Tra le tante personalità intervenute ad omaggiare il celebre compositore nomi illustri come Giancarlo Giannini, Dario Argento, Lino Capolicchio, Giuliano Montaldo, Liliana Cavani, Italo Moscati. Prima della consegna del premio alla carriera a Morricone, è stato proiettato il documentario diretto da Pintaldi “Omaggio a Ennio Morricone - Il Fascino Discreto di un Genio”  che ripercorre, attraverso alcune clip tratte dai suoi film più famosi,  la straordinaria carriera del Maestro e si chiude con  la consegna dell’Oscar alla carriera (dopo cinque nomination) da parte di Clint Eastwood con la standing ovation di tutti i membri dell’Academy. 

Un Morricone visibilmente commosso,  ha ringraziato tutti gli amici presenti e ricordato, tra i tanti suoi lavori, in particolare un episodio della lavorazione di Indagine di un cittadino al di sopra di ogni sospetto di Elio Petri. L’omaggio al Maestro continua quindi fino al 20 dicembre presso il Cinema Trevi, con una importante retrospettiva di film accompagnati dalla sua magnifica musica: I basilischi di Lina Wertmüller, Per un pugno di dollari di Sergio Leone, La battaglia di Algeri di Gillo Pontecorvo, Diabolik di Maria Bava, L'uccello dalle piume di cristallo di Dario Argento, Sacco e Vanzetti di Giuliano Montaldo La luna di Bernardo Bertolucci Un sacco bello di Carlo Verdone C'era una volta in America di Sergio Leone, Mission di Roland Joffé, Gli intoccabili di Brian De Palma, Légami! di Pedro Almodovar, Nuovo Cinema Paradiso di Giuseppe Tornatore,  Dimenticare Palermo di Francesco Rosi, Wolf - La belva è fuori di Mike Nichols e  Sostiene Pereira di Roberto Faenza.