Erano l’anima e il volto dell’amministrazione comunale. Le antenne della giunta nei quartieri poco frequentati da sindaco e assessori. I frontman della maggioranza pronti a subire tutte le critiche dei cittadini pur di dare una svolta al settore della manutenzione.


Erano l’icona del vento di cambiamento, del bene comune e del meglio che deve ancora venire. Lo erano ieri, e oggi non lo sono più. Alberto Ficaccio eletto nel 2011 con Sel, già nelle scorse settimane dalle nostre colonne ha mandato a dire al sindaco che ora ha le “mani libere”, e dopo aver disertato l’assise sul bilancio sembra destinato a finire sui banchi dell’opposizione. Rosario Iemma, eletto nel partito del sindaco (l’Idv, nel 2011) e vero pretoriano di Petrarcone, fedelissimo di ferro pronto a difendere il sindaco ad ogni piè sospinto, ieri ha gettato la spugna e ha appeso le scarpette al chiodo.

In assise gli subentra
Claudio Donatelli
con 34 voti che però
potrebbe rinunciare
I due consiglieri comunali Rosario Iemma e Alberto Fiocaccio Ficaccio va all’opposizione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Contenuto sponsorizzato