Due arresti, un minore denunciato, 300 ragazzi controllati e oltre 80 grammi di marijuana recuperati. Cifre che parlano da sole quelle che accompagnano il maxi blitz della polizia impegnata in un vasto controllo antidroga su tutto il territorio. Uno degli studenti arrestati, già ai domiciliari per droga, ha provato a saltare da una finestra per evitare che fosse trovato in possesso di un involucro contenente lo stupefacente. Ed è finito in manette per evasione.

L’attività

Dopo i recenti episodi di criminalità accaduti in città, la risposta della Polizia di Stato non si è fatta attendere. Lo straordinario controllo antidroga da parte delle pattuglie del Commissariato di Cassino, del Reparto Prevenzione Crimine Abruzzo e delle unità cinofile ha permesso di passare al setaccio tutte le aree del centro nonché le aree periferiche più sensibili, dove è più elevata la presenza di persone dedite allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Ad essere sottoposti a controlli nella mattinata di ieri, circa 300 giovani studenti a bordo di autobus diretti presso vari istituti scolastici della città martire. La perquisizione effettuata presso l’abitazione di uno studente ha permesso il rinvenimento di circa 15 grammi di marijuana ed un bilancino di precisione. Il minorenne, è stato denunciato, in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Roma, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Sempre nel corso della mattinata di ieri ad essere sottoposto a perquisizione domiciliare è stato un giovane cassinate agli arresti domiciliari. «Alla vista dei poliziotti e del cane antidroga, il ragazzo si è dato alla fuga saltando da una finestra, di fatto evadendo dalla sua detenzione, portando con sé un involucro contenente quella che risulterà essere sostanza stupefacente» hanno gli agenti del Commissariato di Cassino coordinati dal dottor Alessandro Tocco. Immediatamente inseguito e bloccato, il giovane è stato arrestato per evasione, resistenza a pubblico ufficiale e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nel corso dell’operazione venivano recuperati e sottoposti a sequestro circa 80 grammi di marijuana.

Perquisizioni a tappeto

Il personale del Commissariato di Cassino, con l’ausilio di unità cinofile antidroga della Polizia di Stato e del Reparto Prevenzione Crimine Abruzzo, ha effettuato anche alcune perquisizioni domiciliari su decreto della Procura della Repubblica di Cassino, nel corso delle quali un giovane cassinate (noto alle forze dell’Ordine per reati contro il patrimonio e la persona, lesioni, detenzione e traffico di stupefacenti, colpito dall’avviso orale e dal Daspo del Questore di Frosinone) ha tentato di disfarsi di alcuni involucri contenenti sostanze stupefacenti (hashish e cocaina) e di un bilancino di precisione. Recuperato il materiale il giovane è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’operazione ha permesso il recupero ed il sequestro di ulteriori 15 grammi di hashish ed una decina di dosi di cocaina confezionate per lo spaccio.