Ha lasciato una struttura del casertano, dove era ricoverato per motivi di salute, per venire nella città martire a trovare un amico. Questa la versione ufficiale: in realtà un trentacinquenne ha tenuto impegnate le forze dell’ordine per 36 ore. Dapprima è stato fermato a bordo di un’auto senza avere la patente. Poi ha ben pensato di continuare... la sua corsa a piedi, lungo la carreggiata della superstrada Cassino-Formia.

Ma è stato particolarmente notato e segnalato perché avrebbe iniziato a rotolarsi lungo il ciglio della strada. Capriole che hanno costretto le forze di polizia a un nuovo intervento. Poi il successivo ricovero al Santa Scolastica di Cassino a cui hanno fatto seguito, nel giro di poco tempo, le dimissioni.

Così, ieri mattina, il cittadino campano si è diretto di buon’ora alla stazione ferroviaria. A notare i suoi atteggiamenti fuori dal comune sono stati proprio i pendolari che, a partire dalle 6, affollano i binari per raggiungere la Capitale dove lavorano. L’uomo ha iniziano a urlare, sputare e dar fastidio. Nuovo intervento delle forze dell’ordine che lo hanno allontanato.