Su un terreno gelato e insidioso termina, uno a uno, tra Arce e San Cesareo. Il pareggio premia oltremodo la squadra romana (un solo tiro in porta) e penalizza i ragazzi allenati da Mizzoni, non fosse altro che per il volume di gioco espresso. Le squadre sono in fase di studio quando al 12’, all’improvviso, gli ospiti passano. Dopo una confusa azione in area il pallone perviene a Provaroni che risolve la mischia con un tiro rasoterra. Al 22’ Menicucci in area atterra Spila ma l’arbitro sorvola, tra le proteste del pubblico. Pochi minuti dopo Veloccia pesca Iacob in buona posizione, ma il tiro del numero due finisce alto. Nella ripresa ancora Iacob spedisce a lato e, subito dopo, Lembo in rovesciata impegna l’estremo difensore ospite.
Al 25’ matura la rete del pari: Evangelisti atterra Veloccia al limite dell’area. Spila s’incarica di battere la punizione che viene respinta dal portiere ma ribadita in rete da De Santis.

Il tabellino

Arce: Gori, Iacob (11’st Di Stefano F.), Gentile (37’ st Guglietta), Gennari, Zazza, De Angelis, Lembo, Veloccia, Spila (37’ st Corsetti), Buonanno, De Santis. A disposizione:Del Duca, Saccoccia, Courrier, Di Stefano M.  Allenatore: Mizzoni
San Cesareo: Di Mario, Menicucci, Stazi, Valentini (23’ st Alongi), Rufini, Giordano P., Lo Schiavo, Evangelisti, Pieragostini (43’ st Fortuna), Provaroni, Milano (8’ st Giordano G.). A disposizione:Mascoli, Olivieri, Gallinucci, Ciampi. Allenatore: Antonucci
Arbitro: Scarpati di Formia
Reti:12’pt Provaroni (S), 25’ st De Santis (A)
Ammoniti: De Santis, Veloccia, Lembo, De Angelis (A), Valentini, Rufini (S).